Translate

Krapfen con confettura di ciliegie


A chi non piacciono i krapfen? A me tanto, anche se devo ammettere che molto raramente li preparo nel modo tradizionale, cioè friggendoli.
Questa è la ricetta della brava e famosa Sara Papa che nelle sue preparazioni non delude mai
Provate, vi assicuro che non rimarrete delusi...

Ingredienti

per l'impasto
500 gr di farina per dolci setacciata
10 gr di lievito di birra o 200 gr di lievito madre
1,7 dl di latte
50 gr di zucchero
150 gr di uova ( 3 uova)
50 gr d burro a temperatura ambiente
1/2 baccello di vaniglia
2 gr di sale
scorza grattugiata di 1 arancia o di un limone
per il ripieno
q.b. confettura di ciliegie o altro gusto a piacere
Preparazione

Se si utilizza il lievito di birra, prima scioglierlo un un pochino di latte tiepido.
Lavorare  la farina con il lievito, il latte, lo zucchero e i semi della vaniglia. Durante la fase di impasto, aggiungere gradualmente le uova , il sale, la scorza d'agrume scelto e infine il burro. Lavorare per una quindicina di minuti o comunque fio ad ottenere un composto omogeneo e liscio.
Trasferire il composto in una ciotola grande e leggermente unta, coprire con un foglio di pellicola ( non a contatto) o con un telo e lasciare lievitare fino al raddoppio.
Una volta raggiunta la lievitazione, stendere l'impasto in una sfoglia spessa circa 1/2 cm e ricavarne dei dischetti ( con una tazza o un coppapasta) del diametro di 7-8 cm.
Su metà dei dischetti mettere al centro la confettura ( dimensione di circa una nocciola).
Sovrapporre su ogni dischetto con il ripieno un dischetto di quelli senza ripieno, fare aderire bene i bordi. Allineare i krapfen distanziandoli, su un panno appena infarinato e lasciare lievitare ancora per una ventina di minuti.
Nel frattempo in una padella scaldare (180°) abbondante olio per friggere.
Friggere i krapfen finchè non saranno gonfi e dorati da entrambe i lati, cercando di mantenere costante la temperatura dell'olio friggendone 2-3 per volta. Scolarli con un mestolo forato e farli sgocciolare su carta assorbente.
Spolverizzarli con zucchero a velo.

Nessun commento:

Posta un commento