Translate

lunedì 14 giugno 2021

Bibanesi di Nicoletta

 
Quando meno te lo aspetti le cose accadono, magari non sempre sono belle ma importatnte è essere positivi (per chi come me fa fatica, lasciamo perdere), bisogna farsene una ragione ed andare avanti.
Intanto che aspetto che tutto torni alla normalità ho ripreso in mano le ricette scritte a metà, come quella dei bibanesi di Nicoletta, un'altra amica di Instagram che seguo da tanto tempo e da cui imparo sempre qualcosa.
.
La ricetta si può preparare sia con il lievito di birra che con i LiCoLi.

Ingredienti
 
Ricetta con lievito di birra
400 g di farina
7 g di lievito di birra fresco
180 ml di acqua
50 ml di olio d'oliva
30 g di strutto
10 g di sale
 
Ricetta con i Licoli
370 g di farina forte W220
60 g di Licoli rinfrescati e
            riposti in frigo fino
            al raddoppio
150 ml di acqua
50 ml di olio d'oliva
30 g di strutto
10 g di sale

mercoledì 9 giugno 2021

Mini clafoutis alle ciliegie senza glutine e lattosio - video ricetta


Qualcuno mi sa dire a chi rivolgermi per fermare il tempo durante il fine settimana? Ho consultato il sito della mia regione, del consolato e dell'ambasciata, ma non ho trovato risposte. Il problema è che mi alzo il sabato mattina, mi tolgo il pigiama e in un lampo mi ritrovo la domenica sera ad infilarlo di nuovo, ancora caldo dal giorno prima. A voi capita lo stesso? Siamo a mercoledì, riuscite a darmi una risposta entro venerdì?
Intanto che aspetto risposte e suggerimenti in merito vi offro un mini clafoutis adatto a tutti,  non contiene infatti glutine o lattosio.

Ingredienti

400 g di ciliegie (pesate già denocciolate)
4 uova intere
80 g di zucchero di canna + altro sufficiente per più stampini
200 ml di latte di mandorle
80 g di farina di mandorle
20 g di amido di mais
1 cucchiaino da caffè di aroma vaniglia



martedì 8 giugno 2021

Materassi - come pulirli e deodorarli


Due anni fa abbiamo deciso di cambiare il materasso e da un matrimoniale siamo passati a due singoli. Devo dire che io ero contraria alla " divisione " ma mi sono ricreduta, soprattutto quando devo pulire. Prima avevo bisogno dell'aiuto di mio figlio e le poche volte che l'ho fatto da sola il giorno dopo qualche dolorino faceva capolino.
L'emergenza pandemia degli ultimi tempi mi ha portato a pulire più di frequente i materassi, accorciando leggermente i tempi della  mia routine sul mantenimento di buono stato e di igiene; se siete curiosi vi invito a leggere come mi prendo cura del nostro letto.

Come mi ha insegnato mia mamma per deodorare e pulire i materassi utilizzo polvere di bicarbonato pura o una soluzione di acqua e bicarbonato: 1 litro con due cucchiai di bicarbonato.

         N.B.  sempre IMPORTANTE
        -  Seguire sempre le indicazioni del produttore
        -  Nel caso del " fai da te " provare sempre su un angolo non visibile
        -  Questi sono consigli casalinghi non dettati da esperti ma dalla mia esperienza personale


Di solito sui materassi c'è una etichetta per distinguere il lato invernale da quello estivo, nel caso non ci fosse o si sia staccata, provvedete segnando con un pezzetto di tessuto colorato il lato estivo/invernale e applicatelo a lato del materasso con una piccola cucitura o con una spilla di sicurezza.

Tra le doghe o le molle io metto un lenzuolo spesso per evitare il contatto del tessuto con il legno o il metallo.

Il mio schema mantenere i materassi puliti e deodorati è questo

- Ogni giorno spostare coperte, lenzuolo sopra e lenzuolo sotto e coprimaterasso in fondo al letto, in modo da far prendere aria ai materassi. In inverno di solito per 15-20 minuti, in estate anche tutta mattina.

- Una volta alla settimana tolgo tutto dal letto, e lascio all'aria anche la giornata intera, ne approfitto anche per cambiare le lenzuola. In estate lo faccio ogni 5 gg.
   Faccio ruotare i materassi (mantenendo il lato della stagione in corso) in modo che non prendano brutte forme e di solito faccio in questo modo:
   - una settimana scambio i materassi (il mio a mio marito e viceversa)
   - la settimana dopo li giro testa piedi

- Una volta al mese lavo il coprimaterasso a 90° con aggiunta di un cucchiaio di un prodotto igienizzante, facilmente reperibile in commercio.
 
- Una volta ogni 3 mesi  (ora con emergenza Covid ho diminuito l'intervallo a 2 mesi) cospargo i materassi con polvere di bicarbonato, lo lascio agire per tutta la mattina e poi aspiro con l'aspirapolvere passandolo due-tre volte per togliere tutti i residui

- Una volta ogni 6 mesi ( sempre per l'emergenza Covid ho diminuito l'intervallo a 4 mesi)passo sui materassi la soluzione di acqua e bicarbonato ben miscelata, con un panno in cotone bianco appena umido e lascio asciugare bene prima di rifare il letto.

- Una volta ogni tanto solleviamo i materassi e li lasciamo tutta la giuornata appoggiati alla parete, prima da un lato e poi dall'altro. In questa occasione lavo il lenzuolo che utilizzo per non far toccare il tessuto dei materassi su doghe o molle.

Una soluzione con 1 tazza acqua e 3 cucchiai di bicarbonato andrà bene per togliere le macchie di sudore o per il tessuto ingiallito. 
Nel caso invece di sangue potrete provare dell'acqua acqua ossigenata versata su un panno di cotone, tamponare e poi strofinare leggermente con un panno appena umido.
Per le macchie di urina va bene sia il metodo con acqua ossigenata o con acqua e bicarbonato.   

Importante è anche utilizzare dei prodotti specifici per l'eliminazione degli acari, seguendo attentamente le istruzioni del produttore.

lunedì 7 giugno 2021

Strudel con fragole


Sto scrivendo la ricetta mentre riguardo il primo episodio della seconda stagione di Friends. Già, dopo la reunion degli attori trasmessa settimana scorsa su Sky, con mia figlia stiamo rivedendo la serie in lingua originale. Beh ogni tanto qualche battuta me la perdo ma sto rispolverando il mio inglese, del resto la mia insegnante di lingua suggeriva di guardare le soap opera o le serie televisive per imparare perchè il linguaggio è base e alla portata di tutti. Non ridete, ma per cinque anni ho seguito tutti gli episodi di Beautiful e sorpresa, il mio inglese migliorava di giorno in giorno. Per imparare a scrivere poi mettevo i sottotitoli. Comunque ha funzionato visto che all'inizio sapevo solo dire "my name is..." e alla fine riuscivo ad andare ai colloqui o dal medico, senza il supporto di mio marito.
Quasi quasi, ora smetto di scrivere, mi accomodo sul divano e mi guardo ancora un episodio, magari mentre mi gusto una fetta di questo strudel a modo mio.
 
Ingredienti

1 rotolo di pasta sfoglia già pronta
500 g di fragole pulite
qualche fragola in più per la decorazione
3-4 cucchiai di zucchero di canna
qualche biscotto secco
mandorle in granella

venerdì 4 giugno 2021

Cioccolatosa veloce tre ingredienti - video ricetta

 

Strategica?
Non è un aggettivo che fa per me. Le poche volte che ho provato ad essere strategica diciamo che la parola fallimento calzava a pennello. Figuriamoci utilizzare la strategia per crescere sui social, anche quella non fa per me. Dovrei leggere, capire, imparare , mettere a frutto ma sono poco incline a mettermi lì e fare tutto ciò che serve al caso. Mi perdo subito anche solo a leggere le istruzioni di qualsiasi cosa, compreso l'uso degli elettrodomestici, fosse per me dovrebbe essere tutto intuitivo al volo. In conclusione lascio la strategia a chi è capace e vado avanti così, semplicemente.
Voi siete strategici o siete come me?
In attesa di risposte vi offro una fetta di questa super cioccolatosa delizia.

Ingredienti

200 ml di panna per dolci
3 Mars
250 g di cioccolato fondente
.
cacao per guarnire 

N.B. - potete utilizzare anche tutto cioccolato fondente mettendone in totale 400 g

giovedì 3 giugno 2021

Come pulire il bollitore e il serbatoio della macchina del caffè

 
Ieri pausa totale da tutto, casa, cucina, social e prima uscita a pranzo al ristorante. E stato strano ma non per il dopo covid, lo strano era proprio uscire a pranzo, almeno per noi. Per contare le volte che noi si esce a pranzo o cena, bastano due mani, è davvero raro, tolto ovviamente se si è in vacanza. 
Comunque prima di uscire due cose le ho fatte, ho sistemato i fiori in giardino sporcandomi fino alle orecchie come una bambina e ho pulito il serbatoio della macchina del caffè e il bollitore.
Premetto che la macchina del caffè oltre alla pulizia del serbatoio ha bisogno anche di essere pulita internamente con prodotti specifici consigliati dal produttore. Per il bollitore è più semplice e io di solito lo pulisco ogni settimana.

Per la pulizia sia del bollitore che del serbatoio della macchina caffè, diluisco 1 parte di aceto bianco in tre parti di acqua. Nel caso il calcare depositato fosse parecchio si può arrivare ad una soluzione 50 e 50.

N.B. Bollitore e serbatoio vanno puliti a parte e NON rimessi in base e soprattutto a base accesa: LA SOLUZIONE DEVE AGIRE A FREDDO; io li tengo nel lavandino asciutto fino a pulizia completata. Poi sciacquo abbondantemente e riattacco in base, per il bollitore lo riempio, scaldo e butto via acqua, per il serbatoio, scaldo e faccio scorrere in tazza fino a consumo completo, così pulisco anche interno.

 
In questi scatti vi mostro il deposito del calcare soprattutto nel bollitore, 
nel serbatoio si vede meno. 

 
Questo è il fondo del bollitore e le screziature che si vedeno
sono la parte senza calcare, 
il "pavimento" è coperto dalla patina. 

 
 Anche nel caso del filtro si vede il deposito di calcare.

Per pulire, versare la soluzione, arrivando almeno 
a metà del bollitore.
Attendere fino a quando il calcare si è completamente staccato
 

e sciacquare molto bene prima di 
utilizzare nuovamente l'elettrodomestico.



martedì 1 giugno 2021

Piantina di avocado - video tutorial

 

Il mio angolo fiorito.
Ecco cosa vedo quando la mattina apro le ante della mia cucina. 
Ci sono gerani, vasi con le nuova guinea colorate, erbe aromatiche, un piccolo ulivo che sta fiorendo, due azalee e poi c'è lei, la mia prima piantina di avocado. Inizialmente erano due ma una non è sopravvissuta ad un brutto temporale che l'ha spazzata via.
Ora nel nostro bagno ci sono altri vasetti di semi di avocado con radici e rametti che stanno spuntando e, in attesa di poterli piantare, vi lascio un mini tutorial su come da seme sono arrivata alla piantina.